SpanishEnglishItaliano

Duchamp invisibile

de Chirico - Volume 3

MAMBOR TRASFORMATORE - ISOLA DI SAN SERVOLO, VENEZIA

EFFUSIONI DI GUSTO
BYE BYE BLUES MONDELLO
BYE BYE BLUES MONDELLO
La cucina incontra Primo Vanadia
Maria Paola Poponi
a cura di Maria Paola Poponi
Editore Maretti Editore
Anno 2015
Lingua italiano, inglese
Pagine 204
Formato 28x24 cm
Legatura brossura, cover cartonata
Prezzo € 40.00
ISBN 978-88-98855-48-3
Stato disponibile
// Scarica la scheda tecnica
 
 Quantitŕ
Aggiungi al carrello

INFO
“Brillare di una stella propria (Michelin) al femminile in un mondo quasi esclusivamente “al maschile”, e per di più in una terra come la Sicilia, non è stata e non è cosa facile. Da 24 anni lo chef Patrizia Di Benedetto si fa strada nel mondo della haute cuisine con una maestria culinaria che parte da due capisaldi fondamentali: la cucina  del territorio e la sua stessa rimodulazione. Un mix che all’apparenza sembra semplice, e invece…  Nascere in una famiglia in cui il “sapere culinario è la base di tutto” – come dice  Patrizia – ti infonde quel rispetto verso il passato e la tradizione che rischia di trasformarsi in “fissità” e mancanza di fantasia. Se non hai quella mente “illuminata” e quell’anima inquieta da cui nasce ogni pulsione creativo-artistica che fa percorrere un cammino del tutto personale verso il Nuovo. E se così, prende forma una storia unica e non-ripetibile. E la storia di Patrizia, lo è”.

“Il “Bye Bye Blues” ha anche qui, devo dire, una marcia in più, quella che lo stesso Antonio definisce: “una simpatica intimità” che ti mette subito a tuo agio e che ti/mi fa ragionare: “può un’intimità essere al contempo maliziosa ed ironica?” Se “sì” è la risposta, se si riesce a ricrearla, a inventarla e rafforzarla ogni giorno con nuovi dettagli informali e rilassanti, beh allora è come aver trovato una donna seducente ed ironica al contempo: da sposare! E in molti lo hanno sposato. Questo posto bello e accogliente, intendo, che nel tempo è diventato nel suo stesso nome un modo per dimenticarsi i malumori del nostro quotidiano non appena si apre quella porta (bye bye blues!, per l’appunto)”.

“Primo Vanadia è subito Artista, e poi Fotografo […] e dietro la richiesta di “guardare con i suoi occhi” la città di Palermo e dintorni, la prima risposta che mi ha dato è stata: ‘Io Palermo e Mondello li vedo così, lontani dalla pazza folla dei turisti in estate e in solitaria meditazione, quasi fossero in estasi…’. Le immagini qui riprodotte, frutto di un’accurata selezione editoriale tra le molte e bellissime consegnatemi, parlano infatti di una città, porto, mare, spiaggia, mercato sospesi e solitari (una o due persone al massimo – pescatori, bagnanti) che caratterizzano il luogo riprodotto ed al contempo lo scavalcano per andare oltre, lontano, alla conquista di altri spazi e storie… (tipico mood di chi si sente in/su un’isola)”.

 

AREA RISERVATA

username

password


Ricorda password



EMILIO ISGRO - AREZZO

RENATO MAMBOR - AREZZO

Visitatori n. 722120