Gino Marotta – Indaco

È prassi consolidata che i pittori siano legati per tradizione a un’appendice come il quadernino degli appunti. Tutti hanno dei piccoli notes o semplicemente dei foglietti sui quali fermare schizzi, piccole notazioni, idee e spunti che, se affidati alla sola memoria, possono perdere la chiarezza dell’immediato. Può accadere che accanto agli schizzi e ai disegni si annotino anche delle frasi, delle parole o dei pensieri più elaborati.
In questo volume sono raccolti vari appunti, testi, memorie e testimonianze recenti di episodi o considerazioni private che hanno affiancato altri scritti più lontani nel tempo, alcuni dei quali figuravano già in un piccolo volume ormai introvabile, utile per completare le tracce del vocabolario personale di un artista che è anche testimone e protagonista degli avvenimenti  artistici di alcuni decenni cruciali. Il senso di questa raccolta consiste nell’evocare confidenzialmente luoghi, episodi e personaggi di una lunga stagione della nostra cultura di cui circolano echi forse distorti o sbiaditi dal tempo. Ne risulta un ritratto piuttosto singolare di un artista noto per l’uso di nuovi materiali, compresa la plastica, il laser e i più recenti led, che ne disegna aspetti più nascosti e proprio per questo non privi di fascino.

 18,00  15,30

Sconto del 15%

Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a 29€.

Anno 2009
Formato 15x21 cm
Pagine 120
Copertina brossura
Lingua Italiano

×
×

Cart