La tercera orilla

Siamo di fronte al pericolo di diluirci in strategie culturali di natura globale, che a loro volta rischiano di nascondere le culture dei popoli. In queste circostanze caotiche dove va l’arte cubana?, che cosa cercano di fare gli artisti di una nazione come Cuba, dove la partenza può non essere un viaggio, ma una base di non ritorno, cosa emersa negli ultimi anni come una tendenza per gran parte dell’isola?
L’arte cubana è sempre stata un dirigersi verso altre esperienze inesplorate e un ritorno alla sua essenza.
Da più di un decennio si fa avanti nell’arte contemporanea una fiorente ibridazione di codici visivi ed espressivi, essendo diminuite le riacutizzazioni di simboli regionali o nazionali, di solito contrassegnati da stereotipi geografici. In questi nuovi territori si muovono gli artisti cubani che hanno raggiunto una deriva sempre più internazionale.
Tuttavia, senza paradossi, si può percepire sia un interesse sia un collegamento ricorrente con il luogo di origine. Gli artisti dell’isola come tanti altri hanno fatto propria un’esplicita ibridazione, si può essere regionali e internazionali allo stesso tempo. Le nuove letture della modernità ci hanno dimostrato che possiamo essere l’uno e l’altro, senza che ciò contenga alcuna contraddizione. È possibile che oggi risulti più coerente analizzare le singole posizioni degli artisti cubani, lasciando da parte le classificazioni generali che, con l’interesse di unificare, stereotipano la produzione artistica.
Questo catalogo analizza i vincoli e le differenze che sorgono tra artisti di differenti generazioni, indipendentemente che le loro opere si realizzino fuori o dentro Cuba. “La tercera orilla” aspira ad annotare e mostrare l’incrocio simbolico tra 14 artisti dove il decennio degli anni Novanta diventa il punto d’incontro tra passato e presente.
Sono stati scelti artisti con una carriera riconoscibile, unendoli a giovani artisti che mostrano una produzione solida e recente, costituendo quella continuità dell’arte cubana che ha avuto luogo nel corso degli ultimi due decenni.
Artisti: José Bedia, René Francisco, Eduardo Ponjuán, Los Carpinteros, Alexis Esquivel, Glenda León, Carlos Quintana, Wilber Aguilera, Glauber Ballesteros, Lorente-Castro-Lorente, Carlos Martiel, Lázaro Navarrete, Osmeivy Ortega, Guibert Rosales.
 

 30,00  25,50

Sconto del 15%

Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a 29€.

Anno 2015
Formato 23x27 cm
Pagine 160
Copertina brossura
Lingua Italiano/Inglese/Spagnolo

Libri dello stesso autore

Nessun altro articolo per questo autore
×
×

Cart